Missione

La missione dell’Azienda USL di Frosinone è di contribuire agli obiettivi di promozione, di prevenzione, di mantenimento e di sviluppo dello stato di salute della popolazione, definiti dal Piano Sanitario Regionale. In particolare l’Azienda USL Frosinone tiene conto del territorio provinciale di riferimento composto da 91 Comuni, da una forte disomogeneità interna socio culturale ed economica, da elevata dispersione e frammentazione della rete dei servizi sul territorio, da un cospicuo ed inidoneo ricorso all’ospedalizzazione quale modalità di diagnosi e cura di base, dalla molteplicità di attori pubblici, privati e del privato sociale che intervengono in settori comuni o limitrofi a quelli sanitari. Diviene, pertanto, scopo precipuo della Azienda USL Frosinone perseguire i principi di equità nell’accesso all’assistenza, di qualità e appropriatezza delle cure e di economicità nell’impiego delle risorse attraverso il forte potenziamento dei servizi e dell’assistenza territoriale, la ridefinizione del ruolo ospedaliero quale luogo di garanzia dell’elezione ed emergenza sanitaria e il coinvolgimento diretto degli attori locali che contribuiscono a promuovere la salute della collettività. Lo sviluppo delle politiche sanitarie territoriali vuole garantire altresì l’intera gamma dei servizi e prestazioni sanitarie e socio sanitarie ad elevata integrazione sanitaria, come previste nei livelli essenziali di assistenza.

 

Visione

La visione aziendale è così sintetizzata: L’Azienda U.S.L. Frosinone è una azienda di servizi, cui compete un ruolo rilevante nella tutela della condizioni di vita e di benessere della popolazione, nella cura delle malattie e nelle attività di riabilitazione e recupero funzionale attraverso servizi cui si rivolgono tutti i cittadini della provincia di Frosinone, ma anche di altre realtà provinciali e regionali. Il ruolo di tutti coloro che operano nell’Azienda USL di Frosinone deve essere quello di affermare con forza la volontà di lavorare per creare le condizioni dello sviluppo della sanità in provincia di Frosinone. Per realizzare ciò l’Azienda investe nella promozione delle professionalità e nello sviluppo della condivisione delle strategie e politiche aziendali. Questa sfida è incentrata su quattro valori fondanti:

  • il miglioramento della qualità del servizio fornito e quindi della soddisfazione dei nostri utenti;
  • la creazione delle condizioni per il coinvolgimento ampio e diffuso degli operatori nei processi e nelle decisioni aziendali;
  • l’efficienza e la razionalità nell’impegno delle risorse come condizione per garantire lo sviluppo dei servizi;
  • la capacità di costruire giorno per giorno, all’interno dell’ordinaria attività, il futuro e una visione costantemente aggiornata delle strategie aziendali.

Per muoversi su questa strada occorre:

  • aprire l’Azienda all’esterno rendendola più capace di collegarsi e di interagire con il proprio ambiente;
  • migliorare la cultura del servizio mettendo l’esigenza dell’utenza sempre al centro di ogni decisione;
  • dotare l’azienda di sistemi di gestione in grado di potenziare la funzione direzionale;
  • investire sia sul patrimonio di competenza professionale dell’Azienda che nell’innovazione tecnologica e strutturale.

Gli obiettivi dell’Azienda USL di Frosinone e la configurazione organizzativa tengono altresì conto dei vincoli e delle opportunità poste dal nuovo quadro normativo e programmatico ed in particolare della rispondenza agli obiettivi sanitari (appropriatezza e qualità) ed economico-finanziari ivi contenuti (ad oggi: Piano Sanitario Nazionale 2003-2005, D. Lgs. 229/99, Piano Sanitario Regionale 2002-2004, le sue linee guida di applicazione).

 

 

Valori Fondanti

La visione dell’organizzazione, che deriva dai principi guida succitati, ha le seguenti caratteristiche:

  • mettere in primo piano il fine "salute" a cui intende contribuire, la specificità del bisogno assistenziale di cui è portatrice la persona a cui sono diretti i servizi, l’appropriatezza, l’efficacia, l’efficienza allocativa ed operativa delle risorse mobilitate e il loro rendimento;
  • garantire una relazione personale e di fiducia fra paziente ed operatore sanitario;
  • garantire la libertà clinica e l’autonomia professionale che si estrinsecano nella predisposizione di percorsi clinico-assistenziali integrati, efficaci, efficienti, appropriati, in una logica stringente di governo clinico ;
  • curare il proprio capitale professionale per fornire opportunità di crescita e di carriera alle competenze presenti che sappiano distinguersi per autorevolezza e impegno;
  • rendere consapevole ogni componente della valenza etica e del contributo che il lavoro prodotto può apportare per la piena soddisfazione dei bisogni delle persone assistite, pertanto a tal fine è necessario stimolare e riconoscere attivamente questo tipo di contributo;
  • sviluppare il principio della cooperazione, della collaborazione fra i soggetti interni ed esterni che possono contribuire agli obiettivi di miglioramento della salute e del benessere della popolazione residente e di miglioramento della qualità delle prestazioni e dei servizi resi alle persone che li utilizzano;
  • essere comprensibile e contestabile nelle decisioni, nella dinamica di funzionamento e nei risultati rispetto ai cittadini e ad ogni altro soggetto o organo che ne abbia riconosciuto diritto.

L’organizzazione dell’Azienda USL Frosinone, inoltre, intende corrispondere ai seguenti principi tecnici:

  • autonomia e responsabilità,
  • efficienza,
  • diversificazione dei servizi e differenziazione delle linee di produzione,
  • separazione delle responsabilità di governo e di committenza da quelle di produzione delle prestazioni

 

L’Azienda USL Frosinone ritiene fondamentale per ricercare il miglioramento organizzativo sviluppare sistemi di relazioni sindacali solidi ed avanzati.
L'Azienda USL di Frosinone dà attuazione al principio, di cui al D. Lgs. 29/1993, così come modificato D. Lgs. 80/1998, di netta distinzione fra funzioni di programmazione, indirizzo, controllo e funzioni di gestione con chiara determinazione di competenze e responsabilità della Direzione Generale e di quelle della Dirigenza e dei vari livelli operativi dell'Azienda, nella logica della responsabilizzazione e della massima valorizzazione della dirigenza e di tutte le risorse professionali. 
Il Direttore Generale, fatto salvo il principio di separazione, può delegare le funzioni di gestione ai dirigenti dell’Azienda con apposite determinazioni tramite espliciti mandati riferiti ad ambiti settoriali di attività secondo i principi e i criteri propri dell’istituto. In coerenza la gestione dell'Azienda è informata a criteri di programmazione sulla base delle linee del Piano Sanitario Regionale e della pianificazione strategica.
La programmazione aziendale è negoziata e valorizza il ruolo della Conferenza dei Sindaci. 
L’Azienda, che ha il compito di garantire la soddisfazione dei bisogni di assistenza pattuiti nell’ambito del Piano locale per la salute, riceve i finanziamenti necessari per la propria funzione di committenza in rapporto ai livelli di assistenza programmati con la Regione e alla stima dei relativi costi. Strumento fondamentale del sistema direzionale di programmazione e controllo è rappresentato dalla metodologia di budget, anche con riferimento al complesso delle responsabilità direzionali (risultati raggiunti in rapporto alle risorse impiegate) e delle responsabilità operative ai vari livelli.

Copyright 2014