Ente senza scopo di lucro - ONLUS

10 sedi regionali

Attivo in ambito socio-sanitario

Editore del mensile SocialNews (Premio Euromediterraneo 2008 come miglior esperienza editoriale europea)

Membro NDSAN - Comitato Italiano Progetto Mielina

 

OBIETTIVI

@uxilia è una Onlus che si occupa di tutelare i soggetti deboli tramite attività di volontariato, divulgazione sociale, cooperazione internazionale. Ha sede in Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Sardegna e Sicilia.

All'estero sviluppa attività di cooperazione internazionale in Afghanistan, Iraq, Sudan, Sri Lanka, Siria e Palestina.

@uxilia è editore del mensile SocialNews, una rivista senza fini di lucro pubblicata sia in versione cartacea che digitale a patrocinio RAI-Segretariato Sociale (10.000 copie cartacee e 30.000 a diffusione digitale), premiata da Euromediterraneo nell'anno 2008 come miglior esperienza in tema di editoria a livello europeo.

@uxilia è partner del Comitato Italiano Progetto Mielina che sostiene la ricerca medica per le malattie demielinizzanti e finanzia attività sanitarie e socio-assistenziali alle famiglie e ai malati.

L’Associazione @uxilia ha inoltre stipulato convenzioni per tirocini formativi ed intese con l’Università degli Studi di Trieste, - Facoltà di Psicologia e con l’Università Alma Mater Studiorum di Bologna - Facoltà di Scienza della Comunicazione Pubblica e Sociale.

 

AUXILIA E LA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE

In Italia ha realizzato con il contributo del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e con il contributo della Regione FVG i progetti:

- Internet dall’uso all’abuso (2010-2011) e Issa la rete (dal 2011 al 2013) i quali hanno attuato misure di ri-educazione nell’approccio a Internet, facendone cogliere ai destinatari rischi e potenzialità attraverso un’azione divulgativa e di discussione all’interno delle scuole.  (Collaboratori: Dipartimento di Psicologia dell'Università di Trieste; Hacker Republic, Ingegneri informatici esperti di reti web);    

- Intervento psicosociale sui fattori di rischio per l’uso di sostanze dopanti nei contesti giovanili (dal 2012 al 2014), realizzato con il contributo del Ministero della Gioventù, ha previsto attività di formazione per la prevenzione dell'uso delle sostanze dopanti nello sport giovanile secondo un modello "a cascata": in una prima fase ricercatori italiani hanno svolto una attività di formazione a 20 giovani psicologi dello sport operanti sul territorio di 6 diverse regioni (Friuli Venezia Giulia, Lazio, Sardegna, Sicilia, Veneto, Toscana) che a loro volta hanno attuato un intervento formativo presso le scuole o i centri sportivi.

 

 

Copyright 2014