Titolo:  DSA - DDAI (Dalla Scuola Al Domani Diventare Adulti Imparando)

Durata:  

Periodo:  2017 - 2018

Budget complessivo:   

Co-finanziamento ottenuto:   

Ente finanziatore:  Fondo Sociale Europeo – Regione Lazio  

 

Ente capofila:

Ass. LUNARES - RM

 

Partner NDSAN: 

Maendeleo for Children APS - Ciampino (RM)

 

 

Attività previste: 

Il progetto-laboratorio nasce per rispondere ad una fra le problematiche di maggiore entità e urgenza riportate dalle insegnanti della scuola primaria, secondaria di primo grado e ancor prima della scuola dell’infanzia: la presenza di un numero sempre crescente di alunni che presentano Disturbo da Deficit d'Attenzione e Iperattività (DDAI/ADHD) e Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA). Questa tipologia di disturbi crea molto spesso una significativa compromissione nello sviluppo psicologico (bassa autostima, difficoltà cognitive), pianificazione ed esecuzione di attività quotidiane; relazioni interpersonali e sociali: rifiuto/isolamento da parte dei compagni, conflitti relazionali in ambito familiare e scolastico. Il disagio vissuto a scuola dai bambini con ADHD e DSA è una delle più importanti cause di abbandono scolastico. La traiettoria naturale evolutiva dell’ADHD e del DSA potrebbe invece essere modificata con interventi precoci e tempestivi sul bambino e sul contesto ambientale, familiare e scolastico, in cui il bambino vive.

Il progetto, pertanto, prevede l’attivazione di una classe tutoring pomeridiana e integrata per 15 bambini (nella fascia d’età 6-10 anni) affetti da disturbi specifici dell’iper-attività (ADHD) e/o dell’apprendimento (DSA). È previsto il lavoro di due tutor esperti, che si approccino ai bambini con un metodo didattico inclusivo e coinvolgente, aiutandoli sia tramite strumenti tradizionali (libri di testo), che innovativi (tablet specifici).

L’intervento intende quindi migliorare il benessere scolastico e l’integrazione dei bambini e ragazzi con DDAI/ADHD e DSA, attraverso un’innovazione del sistema di gestione dei singoli BES e del gruppo classe che sia capace di supportare lo sviluppo del potenziale dei bambini e ragazzi con DDAI/ADHD e DSA e di rafforzare l’inclusione sociale e la relazionalità, con adeguati interventi psico-educativi di natura laboratoriale e l’affiancamento dei docenti.

Il percorso proposto interviene su una delle cause altamente impattante della dispersione scolastica, proponendo da un lato attività pomeridiane interclasse di MusicArterapia nella Globalità dei Linguaggi rivolto ai bambini con diagnosi ADHD e DSA per educare alla scoperta del proprio corpo come strumento comunicativo a favore dell'integrazione con il gruppo classe. Dall'altro lato attività di peer–tutoring e cooperative learning in orario scolastico all'interno delle classi di seconda primaria, coinvolgendo tutti gli studenti per far crescere gli individui singoli e il gruppo classe nel suo complesso. Il progetto introduce quindi la possibilità di lavorare anche cognitivamente su ADHD/DDAI, supportando al contempo gli insegnanti con un affiancamento ad alto valore aggiunto, abbattendo il rischio di esclusione sociale, di dispersione scolastica e di insuccesso formativo, sviluppando input relazionali positivi e impattando su socializzazione, capacità di cooperazione, stato umorale, stati di agitazione, autostima, memoria musicale ed emozionale, abilità motorie, relazioni empatiche, autogestione emozionale, livello di attenzione, valorizzazione delle diversità. Gli interventi si svolgeranno nei locali dell’IC di via Tor de’ Schiavi di Centocelle, scuola partner di progetto.

Il progetto si articola in 2 fasi operative, che scandiscono le attività previste: Preparazione dei percorsi laboratoriali e svolgimento screening nelle classi, a cui segue l’implementazione dei percorsi laboratoriali e dell’affiancamento nella gestione del gruppo classe. In un’ottica di sviluppo di una “scuola delle competenze”, il progetto adotta come strumento primario la metodologia di percorso laboratoriale abbinato alla diffusione delle arti performative e all’affiancamento dei docenti.  

Copyright 2014