Titolo:  MAI + School Edition 

Durata:   

Periodo:  2017 - 2018

Budget complessivo:   

Co-finanziamento ottenuto:   

Ente finanziatore:  Fondo Sociale Europeo – Regione Lazio  

 

Ente capofila:

ASS. Net for PP Europa - EXTRA NDSAN

 

Partner NDSAN: 

Maendeleo for Children APS - Ciampino (RM)

 

Attività previste: 

Il progetto MAI+ trae spunto dalla versione italiana dell’esposizione "Schedati, perseguitati, annientati. Malati psichici e disabili durante il nazionalsocialismo" inaugurata nel 2014 nel Bundestag tedesco e che sarà disponile dal 2017 anche in Italia, grazie a Netforpp Europa e ai suoi partner di progetto. Questa mostra, dall’indiscussa importanza storica, narra l’assoluta disumanità nei confronti dei malati mentali perpetrata dal Terzo Reich e l’omertà sull’accaduto nella Germania postbellica.

L’intervento si propone di diminuire il rischio di dispersione scolastica dei ragazzi con Bisogni Educativi Speciali (BES), offrendo loro sostegno per potersi sentire a proprio agio a scuola e nella società e favorendo lo sviluppo di una corretta relazionalità nel gruppo classe con l’instaurarsi di dinamiche costruttive, al fine di eliminare alcune tra le principali cause di stigmatizzazione e bullismo.

In un’età particolarmente a rischio di abbandono scolare, il progetto, rivolto a 16 ragazzi delle scuole secondarie superiori dell’Istituto Carlo Jucci di Rieti, propone al gruppo classe nella sua totalità un percorso di avvicinamento a temi impegnativi quali la stigmatizzazione delle persone che  soffrono di malattie psichiche, la percezione dell’altro “diverso”, i concetti di umanità e disumanità nei confronti del “diverso” e nei rapporti interpersonali in generale, la funzione della memoria collettiva per opporsi a situazioni attuali di disumanità. Si intendono evidenziare e creare dinamiche di gruppo che comportino un miglioramento delle capacità di empatia e di rispetto dell’altro.

Attraverso un percorso che entra direttamente nella didattica in maniera attrattiva e partecipativa e con un’innovativa formula di produzione di video su malattia mentale e memoria (soluzione artistica per la maturazione individuale e di gruppo), il progetto rappresenta anche un input formativo per i docenti di approccio e di sviluppo relazionale innovativo capace di rafforzarne la professionalità e innalzando nel complesso la qualità del sistema scolastico in termini di successo scolastico/formativo. Il progetto presenta una fortissima innovazione nell’approccio al problema del bullismo e della stigmatizzazione dell’altro, prendendo spunto da un dolorosissimo fatto storico con particolare attenzione al tema del pregiudizio culturale nei confronti dei malati psichici, il cosiddetto “stigma”. Allo stesso tempo, si interviene in un’ottica di  prevenzione primaria, fornendo informazioni chiare e corrette sulle patologie psichiche, che possono aiutare gli studenti a differenziare meglio tra le difficoltà esistenziali proprie e altrui che spesso contrassegnano il passaggio alla maggiore età, percepite come “disagio”, e l’esordio di una patologia psichica vera e propria.

Il progetto “MAI+ School Edition” prevede che gli alunni realizzino degli homework sulla loro percezione dei malati psichici, che confluiranno in 2 documentari (Due o tre cose che (non) so della malattia mentale e Umano/Disumano.

Il progetto è articolato in 3 incontri con gli alunni di ciascuna classe e un homework

Copyright 2014