Try to Ride

TRYDE – Therapeutic Riding for Youth and Children with Intellectual Disabilities”: inclusione sociale e disabilità intellettive. Questo il focus del progetto. Obiettivo comune mappare lo stato dell’arte delle Buone Pratiche della Riabilitazione Equestre nel sud Europa e proporre una sintesi comune utile a Istituzioni, Associazioni e Operatori affinchè gli Interventi Assistiti con Animali (IAA) possano essere correttamente attenzionati e correttamente normati in maniera omogenea in tutta Europa.

La Riabilitazione Equestre è una pratica terapeutica che considera la partecipazione attiva della persona nella riabilitazione. La relazione uomo-cavallo, inserita in specifici protocolli tipici dell’ambito socio-sanitario, è il punto centrale dell’intervento terapeutico. L’interazione tra persone e cavalli porta benefici fisici, psicologici e sociali. Questa metodologia integra e completa il lavoro svolto da molti professionisti, tra cui fisioterapisti, logopedisti, educatori e psicoterapeuti.

Il progetto TRYDE perciò coinvolge associazioni esperte nella Riabilitazione Equestre e disabilità, esperti di disabilità intellettivo-relazionali, organizzazioni della società civile, servizi sociali, enti locali e istituzioni per lo studio dell’esperienze esistenti, per la creazione di un Comitato Permanente di studio intersettoriale per lo sviluppo di politiche e pratiche inclusive basate sulla Riabilitazione Equestre e per la stesura di linee guida sulle Best Practices attualmente in atto nei Paesi coinvolti.

TRYDE promuove inoltre una prima offerta formativa condivisa a livello europeo rivolta a professionisti, istruttori ed esperti del settore Equestre per potenziare il loro know-how nel sostegno ai bambini, ragazzi e giovani con disabilità intellettivo-relazionali.  

I contributi saranno messi a disposizione da:

 

Inoltre, 20 giovani affetti da sindrome dello spettro autistico dei diversi Paesi coinvolti nel progetto, sono attualmente accolti in sessioni di Riabilitazione Equestre svolte dai professionisti impegnati nella fase di formazione coordinata dal capofila CRE De Marco ONLUS, sotto la Direzione Sanitaria della dott.ssa ASSUNTA Papa, MEDICO PSICHIATRA e direttore Sanitario del centro romano.

Istituzioni e Stakeholder di Italia, Portogallo, Grecia e Spagna sono stati coinvolti nei lavori del Comitato Scientifico e a giugno 2021 – se le condizioni sanitarie dovute alla pandemia da covid-19 lo permetteranno – saranno protagonisti attivi del primo Convegno: Tryde To Ride 2021 in occasione del quale si presenteranno i primi risultati dello studio